Il Canto dei cantici. Non si puo celebrare “ti amo” qualora non e verso perennemente - Army Public School, Jaipur

Il Canto dei cantici. Non si puo celebrare “ti amo” qualora non e verso perennemente

Il Canto dei cantici. Non si puo celebrare “ti amo” qualora non e verso perennemente

No, codesto fortuna di sopraffazione, codesto condizione di affaticamento, di incomprensione che nell’atto benevolo l’uomo e la donna attualmente oggi sperimentano, puo avere luogo vinto, puo succedere al di la delle nostre forze ed abitare chiaro dalla apertura di divinita

Martin Buber ha avuto sistema di dire in quanto il inno ci rivela la possibilita di divertirsi “faccia a faccia” l’amore, di interpretare l’esistenza appena un valido discussione fra un tu e un tu.

Mi sarebbe piaciuto risiedere tra quei rabbini perche nel antecedente periodo posteriormente Cristo dibatterono con una specie di “sinodo” prendendo la disposizione perche il cosiddetto “Cantico dei Cantici”, ovvero il inno durante eccellenza, il ancora bello di tutti, entrasse a far parte della scrittura, dei libri ispirati da divinita. Da in quella occasione, tuttavia, questa inserimento e melodia di grande ispirazione, considerazione e sollievo non isolato in i nostri fratelli maggiori ebrei ma attraverso tutti noi cristiani. Il inno e un breve, intensissimo ode sentimentale affinche, di traverso un vocabolario intriso di immagini e metafore tratte dal puro animale e vegetale, racconta la dimensione erotica dell’amore tra un tenero e una immaturo (non si lista in quanto siano gia sposati).

Da parte a parte i cinque sensi quella affinche viene dono al lettore mediante metodo acceso e nondimeno interessante e un’arte dell’amore cosicche non preclude e non revisione nessuna delle parti di cui si compone il denuncia benevolo, dallo vista alla moina, dal bacio all’amplesso. Non basterebbero queste righe a causa di ripetere afroromance gratis tutta la ricchezza del linguaggio affinche la lirica utilizza; fiumi e fiumi di inchiostro sono stati versati dai commentatori nel estensione dei secoli. Quella raccontata e un’avventura affinche tutti coloro giacche si sono davvero innamorati di una persona possono ripercorrere e intuire mezzo si leggesse una poesia-preghiera, in un atteggiamento in visibilio cosicche si avvicina tanto per colui della contemplazione, luogo la memoria lascia ambito alle ragioni del centro. Martin Buber ha avuto modo di dichiarare affinche il inno ci rivela la possibilita di campare “faccia per faccia” l’amore, di indovinare l’esistenza come un valido chiacchierata fra un tu e un tu, un colloquio di volti, di corrispondenza nel loro ancora profondo risiedere. E per simile motivo in quanto codesto testo si pone sopra una livello apicale stima per tutta la Scrittura: motivo esso ore perche si consuma per un parco, autonomo e non alienante, per compimento e non schiavizzante verso difformita di quello affinche periodo successo nell’altro vivaio, quegli dell’Eden, per cui si dice giacche la desiderio, il volonta della cameriera sara incontro l’uomo ed egli la dominera.

Il canzone invita gli amanti ad uscire e abbandonare ogni richiamo la realta di loro stessi e contemporaneamente contro un affezione affinche nel caso che si chiama tanto e a causa di perennemente. Nel movimento del poesia, l’amante e l’amato si amnistia (Ct 3,1-4: “voglio cercare l’amore dell’anima mia. L’ho cercato, eppure non l’ho trovato”), a indicare che ciascuno vicenda d’amore e risma anche di nell’eventualita che debole quello affinche gli uomini sanno avvicinare tra loro… ci si puo lasciare, rinnegarsi, tuttavia appresso ritrovarsi: l’importante e non annebbiare il amore di unione con l’altro, un volonta affinche si differenzia dalla razionalita del padronanza e dalla strumentalizzazione reciproca. Gli amanti si inseguono nella loro concessione e si contemplano nella piacevolezza e in quella giacche San Giovanni Paolo II la attirato “la liturgia” dei loro corpi. La cura, a tratti impudica nella sua pulizia, insieme cui sono descritte le parti anatomiche dei coppia innamorati libera il campo da numeroso moralismo in quanto si e raccolto nei secoli ed nella abitudine cristiana.

Non si puo dire “ti amo” se non e in costantemente

Oggi possiamo leggere per mezzo di sicurezza e ale presente libro e capire scopo esso si rivolga per tutti gli uomini e, durante circostanza per chi vive la devozione in Gesu. Il lauda termina, difatti, mediante un’affermazione primario, in quanto differenzia il preoccupazione ebraico-cristiano da quello di tutte le altre culture: nel gara fra Thanatos (scomparsa) ed lascivia, non e vero perche la morte vincera: “Mettimi che timbro sul tuo coraggio, modo piombo sul tuo lato (vale a dire fammi destinataria da al giorno d’oggi di complesso il tuo eseguire) motivo forte come la fine e l’amore, tenace modo il reame dei morti e la pena, le sue vampe sono vampe di eccitazione, una entusiasmo divina” (Ct 8,6). L’amore viene da Altissimo e mediante quanto tale avra l’ultima definizione corretto mezzo abbiamo funzionante con Gesu Cristo perche e risorto scopo ha caro i suoi furbo alla perspicace e quel proprio amore non poteva avviarsi smarrito.